Fine dello strazio

di Giuseppe Ciriaci

Il Giro d’Italia è ormai giunto al termine e solo pochissimi corridori su tutti quelli in lista lo hanno terminato, ma secondo me i migliori sono: Carapaz, Nibali, Lopez e Roglic. Avrei messo anche Domulin ma purtroppo è caduto alle prime tappe della corsa.

Il vincitore del Giro d’Italia è Carapaz che proviene dall’Equador; fin dall’inizio il corridore, grazie alla sua squadra e tutti coloro che lo hanno aiutato, è stato sempre tra i primi e alcune volte anche maglia rosa. La maglia rosa si ottiene quando si arriva primi alla tappa staccando con il tempo colui che la possiedeva.

L’ultima tappa è narrata così dagli organizzatori del Giro:

 Prima parte per vialoni rettilinei e molto larghi. Poi 4.5 km di salita al 5% con alcuni “scalini” e con carreggiata più stretta della prima parte. Quindi il cronometraggio intermedio in vetta alla salita. Seguono 4 km di discesa su strade come quelle della salita. Ultimi 3 km lungo le vie cittadine con alcune curve ad angolo retto. Arrivo in Piazza Bra e nell’Arena di Verona.

http://www.giroditalia.it/it/tappa/tappa-21-2019/

Questa tappa è diversa dalle altre perché è stata corsa con le bici “da crono” che sono diverse dalle altre perché sono quelle da velocista. Ovvero hanno rapporti maggiorati per procedere più velocemente in pianura perché, come dicono gli stessi organizzatori, questa tappa è per la maggior parte in pianura.

Finisce quindi lo strazio di un Giro poco appassionante!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...