Giuseppe Ungaretti visto da me

di Anastasia Di Marco CASA MIA La poesia “CASA MIA” appartiene alla raccolta ”L’allegria” scritta da Giuseppe Ungaretti. La raccolta originale era “Il porto sepolto”, in seguito trasformata in “Allegria di naufragi” e a sua volta modificata e diventata “L’allegria” nel 1931. Il componimento  utilizza dei termini intensi di significato che suscitano sentimenti molto importanti;…

After You

A volte penso che per te non ho combattuto affatto Infatti fanculo il tatto Qua non è più niente compatto Da quando sei solo dentro un ritratto Che ho fatto senza pensare all’impatto ascoltando la musica in modo distratto Che ho fatto dopo aver cancellato il tuo contatto E dopo aver rimosso ogni ricordo come…

La poesia e la funzione Zero

di Dante Petricca “Scrivere, dice Fortini, è necessario anche se apparentemente sembra inutile: il dibattito nella comunità è ormai sopito; oppressore e oppresso vivono l’uno accanto all’altro; addirittura, scrive, “l’odio è cortese” e non si sa più di chi sia la colpa. Eppure, compito del poeta è vigilare e testimoniare su quello che accade dentro…

Che io so già come amarti

Ogni tanto mi perdo pensando ai tuoi occhi verdi Le tue labbra perfette che si schiudono piano E il tuo sguardo fugace che passa dai miei occhi alle mie labbra Vederti persa ma sempre senza scomporti un minimo Ti vorrei solo mia per baciarti allo stremo Guardarti dormire tra le mie braccia e svegliarti con…